Clienti Di Poste Italiane Vittime Di Truffe Online Tra Postepay e Banco Posta - Come Difendersi Dal Phishing - Web facile per tutti - Il Blog Facile e Tecnologico

Home Top Ad

Post Top Ad

mercoledì 6 aprile 2016

Clienti Di Poste Italiane Vittime Di Truffe Online Tra Postepay e Banco Posta - Come Difendersi Dal Phishing

Le truffe online ormai non sono più un caso raro e sono molte le persone che vedono sparire in pochi minuti parte dei loro risparmi o peggio ancora, il conto prosciugato. Le cause sono dovute ai truffatori che escogitano sempre nuovi metodi di truffa innovativi e al passo con i sistemi di protezione

In particolare vogliamo parlarvi delle truffe che avvengono specialmente fatte ai clienti di poste italiane , quelli piu colpiti sono i possessori di postepay e chi ha conti online del Bancoposta, spesso a causa del phishing, ovvero il sistema fraudolento (tramite e-mail o link) di captare i codici di accesso del malcapitato mediante schermate apparentemente del sito di poste.it ma che in realtà nulla hanno a che fare che il sito di poste italiane. 

Difendersi dal phishing è tuttavia semplice, basterebbe non rispondere a nessuna e-mail fasulla in quanto poste italiane non invia mai e-mail sul vostro account privato e tantomeno vi chiede di cliccare su link ed inserire eventuali codici d'accesso.
Purtroppo ci sono anche altre modalità di truffa ed una in particolare può essere letale, ovvero possedere un virus trojan nel vostro pc, il quale permette l'accesso remoto a qualcun altro che visualizzerà tutti i vostri dati d'accesso e relativi codici d'operazione, compresi quelli del lettore bancoposta OTP. In questo modo, potranno impadronirsi del vostro conto senza che voi vi accorgiate assolutamente di nulla. Succede anche così che la gente vede sparire gran parte dei propri risparmi che poi vengono consumati in ricariche di carte prepagate, ricariche telefoniche, ricariche per siti di scommesse online e chi più ha più ne metta.

La prevenzione è fondamentale, ma spesso a fatto accaduto, è inutile pensarci; sorge spontanea invece la domanda: ora cosa faccio? 


Fate Attenzione Al Malware Nemucod | In Aumento Il Numero Di Email Infette In Italia - Come Funziona e Come Difendersi


Il da farsi è semplice ma deve essere fatto subito, non appena vi accorgete che dal vostro conto sono state fatte operazione da voi disconosciute. Innanzitutto chiamare il numero verde 800.00.33.22e farsi bloccare l’accesso online al proprio conto Bancoposta. Bisogna recarsi immediatamente in posta, anche qui potete chiedere e verificare la disattivazione della parte online del vostro conto, chiedere l’estratto conto e la lista movimenti e con questi due copie recarsi in un ufficio delle forze dell’ordine per effettuare una denuncia contro ignoti. Personalmente vi consiglio la polizia postale, i quali sono sicuramente l’organo di polizia più competente per quanto riguarda questa tipologia di truffe e potranno stilare al meglio la vostra denuncia e ciò che dichiarate. Importante fornire tutti i dettagli dell’accaduto e portare con se magari la copia dell’e-mail o del link che vi ha indotto in errore. A questo punto dovrete ritornare in posta con la denuncia e compilare un modulo di reclamo e un disconoscimento dell’operazione fraudolenta. Consegnate il tutto all’incaricato postale e incrociate le dita.



Come Difendersi Dal Phishing | Segui I Nostri Consigli Per Non Cadere Nella Rete


Purtroppo questo è tutto ciò che si può fare, molti si chiederanno: ora rivedrò i miei soldi? La risposta non è certa e dipende da diversi fattori. Innanzitutto verificare se l’indagine condotta dalle forze dell’ordine porta all’individuazione di un colpevole, una persona fisica che subirà un processo penale e pertanto voi sarete chiamati a testimoniare. Altrimenti bisogna sperare che le poste riconoscano l’operazione come fraudolenta e pertanto vi rimborsino la somma perduta. Ma i reclami delle poste sono davvero molto lenti, oltre i 6 mesi di tempo per ottenere una risposta.

Nessun commento:

Posta un commento

Pagine