Windows 10 | Come recuperare file cancellati con la funzione Configura ripristino di sistema - Web facile per tutti - Il Blog Facile e Tecnologico

Cerca nel blog

Post Top Ad


giovedì 14 dicembre 2017

Windows 10 | Come recuperare file cancellati con la funzione Configura ripristino di sistema

Ritorniamo  a parlare di windows 10 ,  oggi vedremo come In caso di errori o problemi con i nostri programmi   è possibile recuperare dei file importanti usando la funzione Configura ripristino di Sistema 


La cosa importante è quella di aver creato in precedenza un punto di ripristino , le varie opzioni di ripristino i passaggi da fare sono semplicissimi. Basta accendere il computer e dall’home page andare alla barra per le ricerche (in basso a sinistra affianco al menu Start). Sulla barra per le ricerche scriviamo Ripristino e il sistema ci offrirà in automatico la possibilità di accedere all’apposita sezione interna al pannello di controllo.


 Entrati nella nuova pagina troveremo diverse opzioni: Crea un’unità di ripristino, Apri ripristino configurazione di sistema e infine Configura ripristino di Sistema. Quello che è importante da sapere è che: Configura Ripristino di sistema creerà automaticamente un punto di ripristino quando installiamo una nuova applicazione o eseguiamo un aggiornamento di Windows. Come funziona La configurazione di ripristino del sistema è una funzione molto comoda. Ci permette di eseguire una sola operazione che in futuro creerà in automatico dei punti di ripristino che potremo usare in caso di problemi o bug sul nostro PC. Altrimenti la stessa operazione possiamo eseguirla manualmente, ogni volta che installiamo un nuovo programma o un aggiornamento, tramite l’opzione Crea un punto di ripristino. Per nostra fortuna la Configurazione di ripristino di Sistema è una caratteristica attiva di default su Windows 10. In pratica quando installiamo il sistema operativo Microsoft questa inizia già ad agire. 


Per una maggiore sicurezza però sarebbe opportuno modificare alcune impostazioni. Configura Ripristino di sistema Per modificare le impostazioni della funzione Configura Ripristino di Sistema basta cliccare sull’apposita sezione interna alla scheda Ripristino del Pannello di controllo. In questo modo apriremo una nuova pagina, dalla quale potremo disabilitare la funzione (sconsigliato) oppure gestire alcune impostazioni interne. Per esempio, di default lo strumento è configurato per utilizzare tra l’1% e il 3% dello spazio sul disco rigido. Però manualmente possiamo modificare questo settaggio. Quando questo spazio viene riempito la funzione non fa altro che cancellare i punti di ripristino creati in automatico per far spazio ai nuovi. In pratica più aumentiamo lo spazio disponibile sull’hard disk e più punti di ripristino avremo a disposizione nel tempo. Elimina punto di ripristino Se vogliamo eliminare ogni punto di ripristino creato in precedenza ci basterà premere sulla voce Elimina, sempre all’interno della sezione Configura Ripristino di Sistema. È una soluzione drastica ma potrebbe essere necessaria in caso di punti di ripristino compromessi da un malware. Avviare il processo di ripristino A questo punto l’unico passaggio che ci manca è eseguire a tutti gli effetti un ripristino di sistema. Un’operazione da fare in caso di problemi gravi che impediscono l’utilizzo efficiente del nostro macchinario. Una volta cliccato su “Esegui ripristino di sistema” inizierà un processo automatico e noi dovremo semplicemente seguire le indicazioni fornite. Apparirà una lista dalla quale potremo scegliere il punto di ripristino. Per sapere quali programmi verranno salvati e quali no in base alle ultime modifiche apportate alla macchina basta premere sul pulsante Scansiona. Confermando il processo il computer si riavvierà e partirà l’operazione di ripristino. Si tratta di un processo che richiede diverso tempo. Una volta completata ogni fase un messaggio ci confermerà dell’avvenuto ripristino e il computer si avvierà in automatico. Fonte Libero Tecnologia

Nessun commento:

Posta un commento

Pagine