martedì 4 dicembre 2018

La carta dʼidentità elettronica si potrà richiede anche alle Poste

Basta file all'anagrafe, ritardi anche di mesi. La carta d' identità elettronica potrà essere richiesta anche alle Poste con l'obiettivo di accelerare le procedure. Lo prevede un emendamento alla manovra approvato in commissione Bilancio. 



A prevederlo, con l’obiettivo di accelerare le procedure anche nelle località dove i ritardi si sono accumulati, è un emendamento alla Manovra approvato in commissione Bilancio. 

Per la distribuzione il Viminale potrà dunque stipulare convenzioni “con soggetti dotati di una rete di sportelli diffusa su tutto il territorio nazionale” come Poste. Dal punto di vista pratico, “gli addetti alle procedure definite dalla convenzione sono incaricati del pubblico servizio e sono autorizzati a procedere all’identificazione degli interessati, con l’osservanza delle disposizioni di legge o di regolamento in vigore per gli addetti alla ricezione delle domande, dichiarazioni o atti destinati alle pubbliche amministrazioni”.

Nessun commento:

Posta un commento

Post Top Ad

Your Ad Spot

Pagine